Storia

La Casa di Riposo "Cesare Bertoli"e' un' Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza (I.P.A.B.) ed ha lo scopo di prestare assistenza residenziale e aperta a persone anziane in stato di non autosufficienza.

Attualmente dispone di 49 posti letto per non autosufficienti  autorizzati dalla Regione Veneto.

L'accoglimento presso la struttura ha finalita' di assistenza continuativa e quindi a tempo indeterminato, oppure solo per brevi periodi (posto di sollievo)

La Casa di Riposo “Cesare Bertoli” di Nogarole Rocca e' sorta dalla donazione del 14.12.1932, fatta  dall’Istituto Salesiano per le Missioni di Torino,  ai Comuni di Erbe', Nogarole Rocca e Trevenzuolo (Verona).

La donazione suddetta venne effettuata per la realizzazione del legato elargito dalla defunta Almira Elvira Antonietti vedova Bertoli nel suo testamento 24.02.1930, all’Istituto Salesiano per le Missioni di Torino, con l’obbligo: “di far sorgere sull’appezzamento Pezzette del fondo Fabbriche di Nogarole Rocca una Casa di Ricovero con annessa Cappella per i vecchi inabili dei Comuni di Nogarole Rocca, Trevenzuolo ed Erbe'”, il cui mantenimento avrebbe dovuto essere a carico dell’Istituto legatario.

Questo, pero', nell’intento di liberarsi degli oneri inerenti alla eredita' Bertoli, per quanto riguarda l’erigenda Casa di Ricovero, nei quali obblighi subentravano, ad ogni effetto, i tre precitati Comuni, eseguiva la donazione agli stessi:

a)   della somma di L.200.000 ( duecentomila) in denaro liquido;

b)  dell’appezzamento di terreno denominato Pezzette, facente parte del Fondo Fabbriche, sito in Nogarole Rocca, della superficie di campi veronesi cinque, pari ad are centosessantotto e centiare ottanta, confinante a mattina con la proprieta' sorelle Gini, a giorno con l’appezzamento Traverson a sera con la strada comunale Spin, a notte con la proprieta' Venturini E., descritto in Catasto alla Sezione C, del foglio VI, Mappale 7, parte;

c)   di altra somma di L. 200.000 ( duecentomila) in titoli del debito pubblico italiano, produttivi, dell’annua rendita di L. 10.000 (diecimila).